Napoli Film Festival is one of the most important events in the cultural landscape and movie scene of Campania, Italy.
The Neapolitan contest is nowadays part of the European network of independent festivals of major depth, and it represents a benchmark for cinephiles and authorized personnel.

- Vesuvio Award (scultura di bronzo) al regista della migliore opera;
- Menzioni speciali alle opere, agli autori e ai protagonisti che si sono
particolarmente distinti.

REGOLAMENTO CONCORSO
SCHERMONAPOLI CORTI 2022

PREMESSA
Nell’ambito del XXIII Napoli Film Festival, s’istituisce,per opere audiovisive, la XVIII edizione del concorso SchermoNapoli Corti.

ARTICOLO 1
CONDIZIONI D’AMMISSIONE ALLA SELEZIONE
Le opere di finzione (no documentari) presentate, senza preclusioni di tipo o di stile, saranno considerate ammissibili per la partecipazione al Festival se completate dopo il 1° gennaio 2020 e realizzate da registi/produttori campani e/o ambientate in Campania. La durata massima delle opere deve essere di 30’ (titoli di coda inclusi).

ARTICOLO 2
TERMINI E MODALITA' D'ISCRIZIONE
L'iscrizione al Concorso è gratuita.
I filmmaker interessati a partecipare potranno farlo utilizzandola piattaforma gratuita FilmFreeway (filmfreeway.com). L'iscrizione dovrà essere effettuata entro venerdì 19 agosto 2022.

ARTICOLO 3
SELEZIONE DELLE OPERE
La Direzione del festival comunicherà gli esiti della selezione tramite posta elettronica, all’indirizzo indicato dagli iscritti, lunedì 5 settembre 2022.
Gli autori prescelti dovranno quindi inviare inderogabilmente entro venerdì 10 settembre 2022, pena l’esclusione dal concorso, la copia del film da proiettare durante il festival in formato .mov o mpeg al fine di eseguire le prove tecniche. La Direzione si riserva il diritto di chiedere la sostituzione delle copie che a tale controllo siano inadeguate a una buona proiezione pubblica.

ARTICOLO 4
GIURIA
La Direzione del Napoli Film Festival nominerà una Giuria composta di addetti ai lavori, con esclusione di chi abbia collaborato alla creazione delle opere in concorso o sia interessato alla loro utilizzazione. Alle operazioni di voto dei giurati assisterà un rappresentante della Direzione del Napoli Film Festival con funzioni esclusive di assistenza in materia di regolamento e prassi.
Le decisioni della giuria sono incontestabili e inappellabili.

ARTICOLO 5
PREMI
La giuria assegnerà i seguenti premi:
- Vesuvio Award (scultura di bronzo) al regista della migliore opera;
- Menzioni speciali alle opere, agli autori e ai protagonisti che si sono particolarmente distinti.

ARTICOLO 6
VINCITORE
I produttori dei cortometraggi premiati s’impegnano a riportare la dicitura “Premio SchermoNapoli Corti - Napoli Film Festival 2022” nei titoli di testa e di coda, nei comunicati e in tutto il materiale di pubblicità e informazione sia a stampa sia su altri media, nessuno escluso.

ARTICOLO 7
NORME DI CARATTERE GENERALE
È responsabilità di chi iscrive le opere al Concorso garantire di essere legittimamente autorizzati a farlo da parte degli eventuali aventi diritto sull’opera. Iscrivendo le opere al Concorso si mallevano i responsabili del Napoli Film Festival da qualsiasi responsabilità sull’utilizzo dell’opera e alla corresponsione dei premi. Non è prevista ospitalità per i registi delle opere prescelte. Tutte le questioni non contemplate nel presente regolamento sono di competenza degli organizzatori, che hanno il potere di derogare al Regolamento stesso in casi particolari e ben motivati.

ARTICOLO 8
CLAUSOLA ARBITRALE
Qualsiasi controversia dovesse sorgere tra i partecipanti e il Napoli Film Festival deve essere devoluta alla determinazione inappellabile di un collegio arbitrale formato da tre arbitri amichevoli compositori, i quali giudicheranno “ex bono et aequo” senza formalità di procedura, fatto salvo il contraddittorio delle parti, entro sessanta giorni dalla nomina. La loro determinazione avrà effetto di accordo direttamente raggiunto tra le parti. Gli arbitri sono nominati uno da ciascuna delle parti e il terzo dai primi due o in difetto di accordo, dal presidente del Tribunale di Napoli, il quale nominerà anche l’arbitro per la parte che non vi abbia provveduto.