Corto e a capo reaches its first lustrum, after a journey that has led us to enjoy thousands of shorts (thanks to the many who sent them), dozens of features, documentaries, guests, concerts, books, photos and moments of sharing with the audiance, with the experts, and with many friends and collaborators met along the way. Despite the route taken, the 2019 for Corto e a Capo is not an arrival point but a moment to start again, continue with more and more conviction the idea that cinema can be an instrument of social and cultural wellbeing, especially in those internal areas , province, where the rooms are few and the opportunities to share frames in motion are rare and not very structured. To reaffirm this concept this year we start from the idea of identity: identity and differences through images, visions and representations of reality.
Who am I? Identity, diversity and image will be the theme of this fifth edition, through images and visual arts we will try to investigate the ways in which we can express an identity and try to look for ourselves through the various identities that will come out. Identity and diversity as faces of a single medal, as elements able to distinguish us but also to get us in communication with each other through the bridge of mutual knowledge.
Also this year we will look around to find out stories and examples of identity that also contain diversity, openness and participation, tradition, culture, with particular attention to the fluidity of an era in which identities are often difficult to delineate and, even more often, they are a pretext for closure, hatred and opposition.
Together with all the participants we want to put ourselves in front of a mirror not to contemplate our beauty but to know each other, to distinguish ourselves and integrate ourselves with those around us.

============================================

Corto e a capo raggiunge il suo primo lustro, dopo un percorso che ci ha portato a goderci migliaia di corti (grazie ai tantissimi che ce li hanno inviati), decine di lungometraggi, documentari, ospiti, concerti, libri, foto e momenti di condivisione con il pubblico, con gli esperti, e con tanti amici e collaboratori incontrati lungo la strada. Nonostante il percorso fatto, il 2019 per Corto e a capo non è un punto di arrivo ma un momento in cui ricominciare, portare avanti con sempre più convinzione l’idea che il cinema possa essere strumento di benessere sociale e culturale, soprattutto in quelle aree interne, di provincia, dove le sale sono poche e le occasioni per condividere fotogrammi in movimento sono rare e poco strutturate. Per riaffermare questo concetto quest’anno partiamo dall’idea di identità: identità e differenze attraverso le immagini, le visioni e le rappresentazioni della realtà.
Chi sono? Identità, diversità e immagine sarà il tema di questa quinta edizione, attraverso le immagini e le arti figurative proveremo ad indagare le modalità attraverso cui si può esprimere un’identità e proveremo a cercare noi stessi attraverso le varie identità che verranno fuori. Identità e diversità come facce di un’unica medaglia, come elementi in grado di distinguerci ma anche di metterci in comunicazione con l’altro attraverso il ponte della conoscenza reciproca.
Anche quest’anno ci guarderemo intorno per cercare storie ed esempi di identità che al loro interno racchiudano anche diversità, apertura e partecipazione, tradizione, cultura, con particolare attenzione alle fluidità di un’epoca in cui le identità spesso sono difficili da delineare e, ancora più spesso, sono pretesto per chiusura, odio e contrapposizione.
Insieme a tutti i partecipanti vogliamo metterci di fronte a uno specchio non per contemplare la nostra bellezza ma conoscerci, distinguerci e integrarci con chi ci sta intorno.

In order to further pursue these goals, Corto e a Capo this year will increase the sections in competition and the awards for authors and participants. Here are the sections and the prizes in the race:
• Daena / Corto Prize and at the top: trophy + 500 Euro, with prizes also for the second and third place. In this section the technical jury awards the best free theme short with a trophy and a prize money of 500 euros. A trophy is also awarded to the second and third classified. In addition, the jury will be able to assign any mentions to the works or to the artists they consider deserving.
• Who am I? Trophy + € 200. Special award for the 2019 edition dedicated to short films that have been able to better represent the theme of the event "Who am I? Identity, diversity and image ". Who am I? Who are we? What differentiates me from the other and at the same time puts me in relation with it? These are the questions we expect to be able to answer the winning work of this award, which will win an artistic trophy and a cash prize of 200 euros.
• L’immaginale: trophy + € 100. Award that the association Daena wants to devote to the best short with a social theme, dedicated to those who can deal with a social (or psychological) theme with originality, style and communication.
• Mario Puzo Award. Trophy to the best screenplay that the jury will assign to the work that will have a better narrative structure and a high quality writing. The award is a tribute to the great Mario Puzo, author and writer of successful works such as Il padrino, Cotton club and Superman, which has its origins in Dentecanese, just a few steps from the festival.
• Drive in the family: Trophy dedicated to short films for children and teenagers, a special mention will be given to short films for noir-background children. The winners will be screened during the "Drive-in family" marathon on the first of November.
• Vermenara's challenge: Trophy + 100 euros. Award dedicated to the best horror film of the edition that will be voted during the drive-in marathon on the night of the first of November. The award is inspired by a Campania tradition, according to which the Vermenara was an evil able to install itself in the body of man (especially children) following a strong fear. A debilitating evil that could only be saved thanks to magical rituals put in place by the so-called Incarmatrice, an esoteric figure with powers that were handed down with appropriate rites.
Identity and cuisine: trophy and prize offered by Slow Food Avellino. Putting the dish on the table is an act of love, political, civilization. Slow Food Avellino will recognize a particular merit to the work that will be able to build a narrative look on food as an immediate message between the awareness of the self and the delivery of knowledge to the other.
- DAENA Prize : Trophy + 200 euros this year Corto e a Capo also opens to feature films with the launch of the DAENA Prize for works lasting more than 52 minutes of any kind (animation, short film, documentary) that have been realized from 2017 onwards and are in Italian or with Italian subtitles.

============================================

Sezione Cortometraggi: le opere di qualsiasi tipo (animazione, fiction, documentario, videoclip) della durata massima di 15 minuti, in italiano o sottotitolati in italiano, realizzati dal 2018 in poi e che non abbiamo partecipato a precedenti edizioni di Corto e a capo si contendono i seguenti premi:
• Premio Daena / Corto e a capo: trofeo + 500 Euro, con premi anche al secondo e al terzo classificato. In questa sezione la giuria tecnica premia il miglior corto a tema libero con un trofeo e un premio in denaro di 500 euro. Viene assegnato un trofeo anche al secondo e al terzo classificato. In più la giuria potrà assegnare eventuali menzioni per le opere o per gli artisti che riterrà meritevoli.
• Premio Chi sono? Trofeo + 200 €. Premio speciale dell’edizione 2019 dedicata ai cortometraggi che abbiano saputo meglio rappresentare il tema della manifestazione “Chi sono? Identità, diversità e immagine”. Chi sono? Chi siamo? Cosa mi differenzia dall’altro e allo stesso tempo mi mette in relazione con esso? Queste sono le domande a cui ci aspettiamo possa rispondere l’opera vincitrice di questo premio che si aggiudicherà un trofeo artistico e un premio in denaro di 200 Euro.
• L’immaginale: trofeo + 100€. Premio che l’associazione Daena vuole dedicare al miglior corto a tema sociale, dedicato a chi riesce a trattare un tema sociale (o psicologico) con originalità, stile e comunicativa.
• Premio Mario Puzo. Trofeo alla miglior sceneggiatura che la giuria assegnerà all’opera che avrà un miglior impianto narrativo e una scrittura di alta qualità. Il premio è un omaggio al grande Mario Puzo, autore e sceneggiatore di opere di successo come Il padrino, Cotton club e Superman, che ha origini dentecanesi, proprio a pochi passi dalla sede del festival.
• Drive in famiglia: Trofeo dedicato a cortometraggi per bambini e ragazzi, una particolare menzione verrà riservata a cortometraggi per ragazzi a sfondo noir. I vincitori verranno proiettati durante la maratona “Drive-in famiglia” del primo novembre.
• Vermenara’s challenge:Trofeo + 100 euro. Premio dedicato al miglior film horror dell’edizione che verrà votato durante la maratona drive-in della notte del primo novembre. Il premio è ispirato a una tradizione campana, secondo la quale la Vermenara era un male in grado di installarsi nel corpo dell’uomo (in particolare dei bambini) in seguito a una forte paura. Un maleficio debilitante dal quale ci si poteva salvare solo grazie a riti magici posti in essere dalla cosiddetta Incarmatrice, una figura esoterica con poteri che si tramandavano con appositi riti.
• Identità e cucina: trofeo e premio offerto da Slow Food Avellino. Mettere il piatto in tavola è un atto d'amore, politico, di civiltà. Slow Food Avellino riconoscerà un merito particolare al lavoro che riuscirà a costruire uno sguardo narrante sul cibo come messaggio immediato tra la consapevolezza del sé e la consegna dei saperi all'altro.
Sezione Lungometraggi: quest’anno Corto e a capo si apre anche ai lungometraggi con dando l’avvio al Premio DAENA per opere della durata superiore a 52 minuti di qualsiasi tipo (animazione, cortometraggio, documentario) che siano stati realizzati dal 2017 in poi e che siano in lingua italiana o con sottotitoli in italiano.
Il premio Daena è un trofeo di tipo esplorativo che ha come compito quello di studiare l’universo dei lungometraggi indipendenti italiani e non. Il premio Daena è un riconoscimento che oltre ad andare al miglior film, può anche essere attribuito ad attori, tecnici o persone del mondo del cinema particolarmente meritevoli.

The registration for the competition can only take place through the "FilmFreeway" platform, in the page dedicated to Corto and in charge, through the following timetable with related rates:
• from 1 Febrary to 14 April will cost $ 7 (25% discount for gold members);
• from 15 April to 19 May at a cost of $ 15 (25% discount for gold members);
The download link must be active for all the works. In the case of works with dialogues in a foreign language, subtitling in Italian is compulsory. The works already presented at previous editions of Corto and at the head are not admitted in the competition.

Overall Rating
Quality
Value
Communication
Hospitality
Networking
  • peyam shadniya

    Good experience with your festival

    September 2018
  • Sanjiban Nath

    Though I wasn't able to attend the festival, communication, Networking can easily be judged as Excellent..

    September 2017