Private Project

QUALE PATRIA

"Quale Patria" racconta i fatti accaduti nel cesenate dalla caduta di Mussolini alla Liberazione, tramite testimonianze e immagini d'archivio, cucite insieme dalla storia del protagonista, Gianni Ravegnani, per richiamare un'altra forma di Resistenza, quella personalmente vissuta nella Striscia di Gaza. Attraverso uno stile sperimentale, l'opera diventa anche un'indagine dei meccanismi del fare memoria e della sua ricostruzione.

  • GAIME BARDUCCI
    Director
  • LUCA BERARDI
    Director
  • ARCI CESENA
    Producer
  • Anpi Forlì-Cesena
    Producer
  • Istituto Storico della Resistenza e dell'età contemporanea Forlì-Cesena
    Producer
  • GANNI RAVEGNANI
    Key Cast
  • Arci Cesena
    Distribution
  • fucina monteleone
    Distribution
  • Biblioteca Malatestiana Cesena
    Co-production
  • Francesco Guerri
    Music
  • Nagel
    Music
  • Electric Leak
    Music
  • Giaime Barducci
    Writer
  • Luca Berardi
    Editing
  • Isabella Scarpellini
    Camera
  • Gianni Gozzoli
    Voice over
  • Isabella Bordoni
    Voice over
  • Project Title (Original Language):
    QUALE PATRIA
  • Project Type:
    Documentary, Experimental, Feature
  • Runtime:
    51 minutes 42 seconds
  • Completion Date:
    January 11, 2020
  • Production Budget:
    3,000 EUR
  • Country of Origin:
    Italy
  • Country of Filming:
    Italy, Palestine, State of
  • Language:
    Italian
  • Shooting Format:
    Digital, photography
  • Aspect Ratio:
    16:9
  • Film Color:
    Black & White
  • First-time Filmmaker:
    No
  • Student Project:
    No
  • Filmare la storia
    Torino
    Italy
    Winner Premio Gobetti videomaker over 35
Distribution Information
  • fucina monteleone
    Distributor
    Country: Italy
Director Biography - GAIME BARDUCCI, LUCA BERARDI

Giaime Barducci
Nato a Cesena nel 1983, dopo essersi diplomato al Liceo Socio Psico Pedagogico, frequenta la facoltà di Scienze Politiche a Bologna. Tornato a Cesena collabora con il circolo Magazzino Parallelo, Federconsumatori e Arci. Ha contribuito alla nascita della radio web Radio Garbino e, nel 2015, ha realizzato l'audiodramma dal titolo “Zonker”, trasmesso anche da Radio Città del Capo (Bologna) e Radio Onda Rossa (Roma), che racconta il viaggio di Enzo Baldoni in Iraq. Dal 2018 fa parte del consiglio nazionale di Arci. Attualmente lavora presso la Cgil di Cesena.

Luca Berardi
Nato a Cesena nel 1973
Filmaker e montatore video, lavora con materiale d’archivio e found-footage, con pratiche documentaristiche di taglio antropologico e sociale. Nelle installazioni audiovisive e nei film / art il suo sguardo riflette la propria formazione in psicologia sperimentale e della percezione.
Nel 2013 ha fondato assieme alla videomaker Isabella Scarpellini e al fotografo Andrea Fantini il collettivo fucina monteleone che realizza documentari indipendenti, reportage  fotografici, laboratori e corsi audiovisivi, progetti artistici. E’ direttore artistico assieme al regista Valerio Montemurro del MalatestaShort Film Festival, Festival Internazionale del cinema breve con sede a Cesena. Nel 2017 ha vinto il Premio Internazionale Imagonirmia, a cura di Isabella Bordoni, consistente in una residenza artistica di 5 settimane a Milano, con il progetto “Chiaravalle Visual Memory”, un film con materiali audiovisivi raccolti tra gli abitanti.

Add Director Biography
Director Statement

Note a margine del film
«Noi siamo un paese senza memoria. Il che equivale a dire senza storia. L’Italia rimuove il
suo passato prossimo, lo perde nell’oblio dell’etere televisivo, ne tiene solo i ricordi, i
frammenti che potrebbero farle comodo per le sue contorsioni, per le sue conversioni. Ma
l’Italia è un paese circolare, gattopardesco, in cui tutto cambia per restare com’è. In cui
tutto scorre per non passare davvero.
Se l’Italia avesse cura della sua storia, della sua memoria, si accorgerebbe che i regimi
non nascono dal nulla, sono il portato di veleni antichi, di metastasi invincibili, imparerebbe
che questo Paese speciale nel vivere alla grande, ma con le pezze al culo, che i suoi vizi
sono ciclici, si ripetono incarnati da uomini diversi con lo stesso cinismo, la medesima
indifferenza per l’etica, con l’identica allergia alla coerenza, a una tensione morale».
Pier Paolo Pasolini - Scritti corsari anno 1975

Le parole scritte da Pier Paolo Pasolini nel 1975 descrivono ancora perfettamente l'anima profonda dell'Italia. Questo paese smemorato, in cui i testimoni diretti della storia sono sempre meno e in cui ogni giorno si tenta di mistificare quello che è stato il fascismo, sino alla giustificazione se non al rimpianto, mi ha fatto avvertire l'urgenza di scrivere, insieme a Luca, questo film. Alla base del progetto vi è innanzitutto un grande lavoro di ricerca d'archivio; abbiamo setacciato i fondi fotografici e abbiamo utilizzato vecchie musicassette in cui, negli anni '80, erano state incise le testimonianze di numerosi partigiani e staffette attivi nella Resistenza Romagnola. Le voci vere, le parole masticate, le espressioni dialettali sono l'anima e lo scheletro di questo lavoro. Quale Patria è un film fatto di piccoli racconti, di frammenti di memoria; è un affresco collettivo così come la Resistenza è stata un atto collettivo.
La storia di Gianni Ravegnani, protagonista del nostro film e volontario nel 2008 e 2009 di Educaid nella Striscia di Gaza (Palestina), si intreccia con le vicende narrate dai partigiani. Il parallelismo tra la Resistenza al nazi-fascismo e la Resistenza del popolo Palestinese è un modo per attualizzare quanto avvenuto nel nostro paese oramai 75 anni fa e ricordare agli spettatori che, in giro per il mondo, pace e democrazia sono ancora poco più che un miraggio.