Le residenze sono rivolte a quattro videomaker, artisti, documentaristi, animation artists, residenti in Italia (anche se di nazionalità non italiana), under 35 (si intendono persone che non abbiano ancora compiuto 36 anni alla data del 31.12.2023), che si vogliano confrontare con realtà d’impresa al fine di realizzare opere audiovisive originali.

Non è possibile presentare candidatura ad entrambe le linee di residenza.

Durante la primavera del 2023 saranno avviate tre settimane di residenza artistica che avranno l’obiettivo primario di raccontare l’universo manifatturiero di riferimento. Il linguaggio audiovisivo sarà dunque il mezzo per descrivere, ad esempio, le fasi di realizzazione del prodotto, per illustrare gli elementi innovativi, per significare cambiamenti e diversità di punti di vista del mondo del lavoro e della società.
Ai partecipanti verrà richiesta la produzione di un’opera audiovisiva originale capace di evidenziare in modo libero e personale queste sfaccettature, partendo dal ricco materiale d’archivio, audiovisivo, fotografico e documentale messo a disposizione dagli archivi partner del progetto.
Le residenze MADE IN 2023 offrono ai partecipanti l’opportunità di lavorare con importanti archivi d’impresa delle realtà manifatturiere bergamasche e, grazie alla messa a disposizione dei materiali conservati nei loro archivi, osservando la filiera produttiva, arrivando alla realizzazione di quattro produzioni audiovisive originali in grado di raccontare, in modo nuovo e inedito, la storia industriale e manifatturiera di un territorio.
I partecipanti potranno acquisire un sistema nuovo di conoscenze sia culturali che tecniche, seguiti dallo staff di Lab 80 film e GAMeC che metteranno a disposizione docenze e affiancamento di tutor per il completamento delle opere.

Linea A
Tre residenze dedicate a videomaker e artisti che si vogliano confrontare con archivi d’impresa legati agli ambiti della manifattura, del tessile, dell’agricoltura, dell’architettura e delle grandi opere.

La call è rivolta a videomaker, artisti, documentaristi e animation artists under 35Le residenze sono rivolte a quattro videomaker, artisti, documentaristi, animation artists, residenti in Italia (anche se di nazionalità non italiana), under 35 (si intendono persone che non abbiano ancora compiuto 36 anni alla data del 31.12.2023), che si vogliano confrontare con realtà d’impresa al fine di realizzare opere audiovisive originali.

Non è possibile presentare candidatura ad entrambe le linee di residenza.

RESIDENZA LINEA A

DOVE E QUANDO SI SVOLGE
MADE IN Audio-Visual Residency Program si svolge a Bergamo e nelle sedi degli archivi e delle realtà partner dislocati in provincia. Le residenze della Linea A si svolgeranno in tre settimane distinte e non consecutive tra il mese di aprile 2023 e il mese di giugno 2023. Il calendario definitivo sarà comunicato ai partecipanti dopo la selezione. L’impegno massimo totale sarà di 10-15 giorni in presenza; la partecipazione alle residenze richiederà agli artisti un impegno autogestito anche nell’intervallo di tempo che intercorre tra una settimana di residenza e l’altra (ogni appuntamento settimanale sarà infatti separato da una pausa di almeno due settimane), nonché il possesso di un equipaggiamento tecnico e di competenze tali da garantire l’ottimale sviluppo del progetto.
Le spese di viaggio, alloggio, tutoring e docenze sono a carico degli organizzatori.

SVOLGIMENTO. LE FASI DELLA RESIDENZA, I MATERIALI D’ARCHIVIO
MADE IN offre la possibilità di lavorare con materiali d’archivio inediti legati alla storia dell’industria garantendo la formazione necessaria per l’analisi e l’utilizzo dei materiali conservati.
Le settimane di residenza prevedono:
☻ Visita e consultazione degli archivi d’impresa partner al fine di individuare i materiali necessari alla realizzazione delle nuove opere.
☻ Formazione frontale e masterclass con figure chiave nell’ambito della produzione artistica con materiali d’archivio al fine di raccogliere spunti e stimoli per la rielaborazione artistica.
☻ Tutoring di accompagnamento in tutte le fasi di progettazione delle opere.
I materiali d’archivio messi a disposizione provengono da realtà industriali radicate nel territorio. I documenti conservati coprono un arco temporale che va dalla metà dell’Ottocento fino agli anni ‘90 del Novecento. Nel dettaglio, le collezioni possono comprendere: materiale fotografico industriale, materiale fotografico e audiovisivo in pellicola riguardante la vita operaia, bozzetti architettonici per villaggi operai, progetti tecnici, campagne pubblicitarie stampate, campionari, documentazione audiovisiva tecnica, Microfilm, tessuti, rilievi, fascicoli di progetto, plichi fotografici. Vista la natura inedita di gran parte dei materiali, ogni partecipante avrà la possibilità di digitalizzare, su debita giustificazione in fase di progetto, una porzione dei materiali messi a disposizione per la consultazione.
Il bando della Linea A è aperto dal 21 novembre 2022 e si chiuderà il 14 gennaio 2023 (ore 23:59), così da rendere nota la selezione a febbraio 2023, il numero totale di partecipanti che verranno selezionati è di tre. La selezione verrà svolta da un comitato composto da tre persone nominate tra i partner di progetto. La domanda di partecipazione deve essere completa in ogni sua parte e deve
contenere:
☻ dati anagrafici;
☻ codice fiscale;
☻ indirizzo e-mail personale sul quale si intende ricevere le comunicazioni;
☻ contatto telefonico
☻ l’autorizzazione al trattamento dei dati personali;
☻ link a tre lavori precedentemente realizzati, corredato da una sezione che esprima l’attinenza dei
lavori presentati agli obiettivi della residenza.
☻ Indicazione per la linea di residenza a cui si intende applicare (A o B)
Alla domanda dovranno essere allegati obbligatoriamente:
☻ Curriculum Vitae
☻ Lettera di motivazione (max 2.000 battute)
☻ Portfolio completo

La domanda dovrà essere inviata entro le ore 23:59 del 14 gennaio 2023.
Le domande di partecipazione che non rispettino i criteri formali e redazionali indicati dal presente bando non verranno prese in considerazione.

MODALITÀ DI SELEZIONE
La selezione viene svolta da una giuria composta da tre persone nominate tra i partner di progetto.
La commissione, oltre a valutare i curricula dei candidati, le motivazioni e le opere precedenti, si riserva la possibilità di richiedere un colloquio (anche on-line) al fine di conoscere meglio il candidato e approfondirne l’idoneità. I quattro selezionati, tra videomaker, artisti, documentaristi, animation artists, avranno la possibilità di entrare a far parte delle residenze MADE IN.
Sono tenuti in considerazione anche i primi due candidati non selezionati per eventuali subentri (in caso di rinuncia).

RESIDENZA LINEA B
Una residenza dedicata a filmmaker e artisti nell’ambito dell’industria estrattiva e del successivo lavoro di trasformazione scultorea delle materie prime ad opera di un’importante artista. Non è possibile presentare candidatura ad entrambe le linee di residenza.

DOVE E QUANDO SI SVOLGE

MADE IN Audio-Visual Residency Program si svolge a Bergamo e nelle sedi delle realtà partner dislocati in Provincia. Le residenze della Linea B della durata di 15 giorni sono previste tra il mese di gennaio 2023 e il mese di giugno 2023, in due/tre settimane distinte e non consecutive. Il calen- dario definitivo sarà concordato con il vincitore della selezione. La partecipazione alla residenza richiede all’artista un impegno autogestito anche nell’intervallo di tempo che intercorre tra i periodi di residenza a Bergamo, nonché il possesso di un equipaggiamento tecnico e di competenze tali da garantire l’ottimale sviluppo del progetto.

Le spese di viaggio, alloggio, tutoring sono a carico degli organizzatori

MODALITÀ DI PARTECIPAZIONE

Il bando della Linea B è aperto dal 21 novembre 2022 e si chiuderà il 31 dicembre 2022, così da rendere nota la selezione il 15 gennaio 2023. Verrà selezionato un unico partecipante.

MADE IN Audio-Visual Residency Program offre la possibilità di lavorare a partire dall’osservazione delle attività estrattive del territorio, dalle cave agli archivi storici delle realtà partner. Si svilupperà parallelamente alla produzione dell’artista Rachel Whiteread per la mostra “...And the animals were sold” (Palazzo della Ragione, 23 giugno - 29 ottobre 2023).

Artista inglese tra le più celebrate della sua generazione, Rachel Whiteread (Ilford, 1963) riflette sul- la memoria dei luoghi indagando il rapporto tra vuoto e pieno e fra passato e presente, realizzando sculture architettoniche che possono raggiungere le più grandi dimensioni. Il suo lavoro dà forma allo spazio invisibile attraverso la tecnica del calco, realizzato con materiali diversi, come la malta, il cemento, la gomma o la resina.

Per la mostra a Palazzo della Ragione, a cura di Lorenzo Giusti e Sara Fumagalli, l’artista realizzerà un gruppo di nuove sculture ispirate dal contesto architettonico, creando un ponte tra epoche di- verse, tra storia materiale e cultura attuale delle forme.

L’intervento prevede la produzione di trenta nuovi lavori per la realizzazione dei quali l’artista ri- correrà ad alcune pietre locali, presenti anche negli edifici di Piazza Vecchia: l’arabescato orobico grigio e l’arabescato orobico rosa dalla Val Brembana, il marmo di Botticino bianco dall’omonima cava in provincia di Brescia e la pietra di Sarnico, dall’omonima cava in provincia di Bergamo. Le forme create corrispondono allo spazio vuoto interno alle gambe di alcune sedie; una scelta che citando A cast of the space under my chair, il progetto realizzato da Bruce Nauman nel 1965 – interroga sui temi del vuoto e dell’assenza, riportando il pensiero sulle preesistenze architettoniche della piazza e, in questo modo, sulla sua storia millenaria.

Il partecipante in residenza avrà la possibilità di interfacciarsi con il lavoro dell’artista e seguire lo sviluppo dell’installazione in tutte le sue fasi. Infine il lavoro video elaborato in occasione di questa residenza sarà presentato al pubblico in uno spazio dedicato e sarà fruibile in forma installativa dal mese di giugno ad ottobre 2023, per essere poi mostrato in proiezione cinematografica nel conte- sto della prima edizione del MADE Film Festival.

Le settimane di residenza prevedono:

☻ Approfondimento della realtà cittadina, delle sue istituzioni culturali e della GAMeC in particolare.
☻ Studio delle realtà estrattive del territorio, visita alle cave e alle fabbriche in cui avviene la lavo- razione delle pietre, possibilità di approfondire la storia dell’industria attraverso archivi fotografici, video e documentali, al fine di raccogliere spunti e stimoli per lo sviluppo del lavoro in residenza.
☻ Approfondimento dei contenuti della mostra di Rachel Whiteread, accompagnato dall’artista e dai curatori della mostra Lorenzo Giusti e Sara Fumagalli.
☻ Tutoring e supporto alla produzione creativa del lavoro, in tutte le sue fasi di ideazione e sviluppo.
☻ Tutoring e affiancamento al momento espositivo del lavoro

La selezione verrà svolta da un comitato composto da tre persone nominate tra i partner di progetto. La domanda dovrà essere inviata entro le ore 23:59 del 14 gennaio 2023.

ACCETTAZIONE DEL REGOLAMENTO
Le norme indicate nel presente bando si intendono automaticamente accettate dai partecipanti, che nello stesso modo rinunciano ad ogni pretesa, azione, richiesta o rivalsa nello svolgimento dell’iniziativa verso i partner di progetto, i docenti e i tutor del percorso formativo e di realizzazione dei progetti.